Menu Chiudi

Coronavirus VS ristoranti cinesi. Noi tifiamo per loro

CORONAVIRUS: DALLA NOTIZIA ALLA PSICOSI COLLETTIVA

 

Da quando è scoppiata la psicosi dovuta al coronavirus abbiamo assistito a due correnti: quella di chi ha deciso di tenersi alla larga da tutti gli ambienti cinesi (quartieri, ristoranti, negozi) e quella di chi invece si è esposto in prima linea per sostenerli a suon di hashtag e organizzando cene solidali in ristoranti cinesi.

Noi, senza voler sminuire la portata dell’emergenza, sappiamo bene che, i cinesi che vivono in Italia non hanno avuto contatti con quelli provenienti dalla Cina e le materie prime utilizzate nei loro ristoranti provengono dall’Italia o al massimo dall’Europa.

Proprio per questo motivo abbiamo continuato a frequentare i nostri ristoranti cinesi preferiti, senza partecipare attivamente alle compagne di sostegno social, che inizialmente ci sembravano una sterile trovata pubblicitaria da parte di blogger e giornalisti.

Oggi però, dobbiamo ricrederci e complimentarci con chi, attraverso i propri canali e mezzi, fa di tutto per sostenere l’economia delle attività cinesi in Italia.

Le cause della psicosi in atto sono da ricercarsi nel cattivo modo di fare informazione.

Oltre ad un boicottaggio di massa, stanno aumentando gli episodi di razzismo nei confronti delle persone di nazionalità cinese, e anche di quelle asiatiche.

Ci spezza il cuore sentire affermazioni gravissime del tipo “se la sono cercata”/”i cinesi sono sporchi, cosa ti aspettavi?”/a me importa solo delle attività italiane”. A farle sono le stesse persone che già in passato avevano pregiudizi e che oggi si sentono legittimate ad esprimerli con ancora più vigore e convinzione.

A queste persone ricordiamo che per ogni cinese che non rispetta le regole igieniche della cucina e del trattamento degli ingredienti, ci sono altrettanti italiani che fanno lo stesso, se non di peggio. Un esempio lampante è la chiusura de “Tonnarello”, un rinomato ristorante romano, posto sotto sequestro proprio in questi giorni per per muffa, ruggine e sporcizia.

Ma torniamo a noi.

Per farci un’idea più concreta di quanto e come la psicosi del coronavirus abbia inciso sulla ristorazione cinese, siamo tornati nel nostro ristorante preferito, il Dim Sum. Approfittando dell’occasione abbiamo fatto quattro chiacchiere con Yike Weng, proprietario di questo meraviglioso ristorante e già fondatore del Bon Wei, il primo vero ristorante cinese “di lusso” Milano.

E’ emerso che la perdita di profitto si aggira intorno al 40%. Se ciò vale per il migliore ristorante cinese di Milano, figuriamoci per tutti gli altri!

Un particolare che ci ha molto colpiti è che se prima il personale di cucina indossava la mascherina, adesso, paradossalmente, non lo fa più.

Ma ciò che ci era sembrato un controsenso in realtà è facilmente comprensibile: la mascherina, con l’esplosione del caso coronavirus, adesso fa l’effetto contrario, incute negli avventori timore ed è sinonimo di viralità.

Yike, quotidianamente, sceglie il miglior pesce in circolazione per il suo ristorante e cura nei dettagli qualsiasi ingrediente entri ed esca dalla sua cucina.

Non ci rimane che mettere da parte le brutte notizie, affidarci ai loro incredibili piatti e invitarvi ad esorcizzare le vostre paure andando a sognare nel miglior ristorante cinese di Milano.

 

DIM SUM (via Nino Bixio, 29)

Il design degli interni, la musica e il personale altamente qualificato sono il miglior contorno per questi meravigliosi piatti, veri protagonisti di un raffinato viaggio nei sapori più eleganti della Cina.

Venite con noi:

Gamberi in pasta kataifi

Selezione di ravioli (chianina, maiale, edamame e tartufo, gamberi)

 

Carpaccio di dentice scottato e marinato

Riso in salsa Xo con gamberi e verdure (il miglior riso saltato di Milano)

Anatra croccante (da comporre)

Gamberoni piccanti con funghi cinesi Mu Ehr

 

 

 

 

 

 

 

Ravioli dolci con marmellata di fagioli rossi

 

 

Frutta esotica mista pastellata con pallina di gelato alla crema

 

Se cercate i veri sapori della cucina cinese, a Milano difficilmente troverete di meglio. Noi, siamo rimasti sconvolti dalla bellezza di questo ristorante e dai suoi piatti.

Lo mettiamo nero su bianco: CI TORNEREMO!

Posted in Italia, Milano, Ristoranti Cinesi