Menu Chiudi

I migliori PANETTONI artigianali d’Italia (secondo noi)

L’immancabile

Il Natale si avvicina e noi non facciamo altro che pensare, sempre più insistentemente, all’elemento che proprio non potrà mancare sulla nostra tavola (come su quella di tutti gli italiani). Stiamo parlando del Panettone.

Dal pandoro al panettone

A dirla tutta, fino a pochi anni fa, il panettone tradizionale non rientrava tra i nostri dolci natalizi preferiti per via dell’uvetta e dei canditi, e noi facevamo parte del “team pandoro”. Ma questi ultimi anni trascorsi a Milano ci hanno fatto ricredere e comprendere che in realtà non avevamo mai assaggiato un vero panettone artigianale.

Vai con la ricerca

A quel punto non potevamo non scovare i migliori d’Italia, tradizionali e non, dai gusti classici a quelli più gourmet, dai grandi nomi alle piccole pasticcerie di paese, che pur non avendo vinto premi sfornano lievitati pazzeschi.

Ci teniamo a precisare che li abbiamo provati uno ad uno, perché ci teniamo particolarmente a conoscere ciò di cui vi parliamo.

Pronti a scoprire la lista dei migliori panettoni d’Italia?

Per ogni pasticceria vi diremo dove acquistare (rivenditori e shop online).

TIRI 1957- MAESTRI DEI DOLCI LIEVITATI

Questa non è una classifica, è solo una lista. Ma faremo un’eccezione per il panettone di Tiri, il numero 1 (a quanto pare non solo per noi). Non potevamo non iniziare dal maestro del lievitato per eccellenza, Vincenzo Tiri.

Il suo panettone è una nuvola che sprigiona profumi inebrianti e sapori incalzanti. L’umidità è perfetta, la mollica soffice e scioglievole, staccandola sembra di avere in mano dello zucchero filato. Il metodo di Tiri è unico perché prevede tre fasi di impasto (la ricetta storica ne prevede solo due) e 72 ore di lavorazione; il lievito madre-rigenerato con cura tutti i giorni- e gli ingredienti accuratamente selezionati, freschi e di altà qualità chiudono il cerchio della bontà. Perché è così che funziona con il suo panettone: più lo assaggi e più ti piace, più ti piace e più ne mangi ed è così che svanirà nel giro di un’ora! Ma per questo non c’è problema (o forse solo per la linea): è disponibile tutto l’anno!

Oltre al tradizionale, ecco gli altri gusti che andrebbero provati: albicocca e gianduia, caramello salato e caffè e cioccolato bianco. Prezzo al kg tra i 37 e i 40 €.

DOVE ACQUISTARE:

AT PATISSIER di Andrea Tortora

Un panettone stellato per due motivi, sia per via delle 3 stelle Michelin ricevute dal suo creatore, lo chef pasticcere Andrea Tortora, sia perché al primo morso la goduria va in orbita.

Sarà merito delle materie prime di prima scelta che seleziona per i suoi lievitati? O della guarnizione di zucchero e mandorle di Bari intere? O di Carletto, il suo lievito madre che cura sin da quando aveva 17 anni? O della vaniglia Bourbon in semi che esalta un risultato già ottimo di suo? Secondo noi è una commistione di tutti questi elementi e siamo sicuri che il suo panettone lo riconosceremmo tra mille!

Andrea non accetta compromessi, perciò di varianti non ne troverete. Al massimo potrete orientarvi per il suo pandOro. Imperdibile. Un packaging importante per un lievitato importante: un’elegante latta di metallo nero opaco, resa ancor più accattivante da un’illustrazione di Gio Porro, fa da scrigno per questo tesoro. Disponibile solo pezzatura da 1 kg a 40 €.

DOVE ACQUISTARE: shop online

PAVE’

Il must have di ogni Natale è senz’altro il panettone- artigianale e senza conservanti aggiunti- della tanto ottima quanto rinomata pasticceria Pavè, di cui vi abbiamo già parlato per le colazioni e per il pane. Gioca in attacco e tira in porta, oltre che con tutte le sue proposte gastronomiche, anche con il panettone tradizionale e con i panettoni “speciali” (in base alla disponibilità): ai quattro cioccolati per i più golosi; al limone candito e gianduia per i più curiosi; al caffè e cioccolato biondo per i palati più sopraffini; all’amarena e pasta di mandorla per chi ama i contrasti, al grano saraceno, pera candita e limone per una scelta più healty. Alle pezzature da 1 kg si aggiungono i cosiddetti “panettoni per due“: panettoni in vasocottura di piccola pezzatura. Prezzo al kg tra i 36 e 40 €.

Se non sfogate le vostre fantasie culinarie nella scelta di uno di questi panettoni, non sapremmo con cosa altro potreste farlo.

DOVE ACQUISTARE:

  • nella sede di via Felice Casati, 27 e di via della Commenda, 25 Milano
  • shop online in continuo riassortimento

DOVE ACQUISTARE:

SAL DE RISO

Libidinoso e leggero come una piuma, il “dolce delle feste” di Salvatore De Riso (dell’omonima pasticceria della costa d’Amalfi) ci conquista assaggio dopo assaggio. Il classico milanese ha una lievitazione categoricamente naturale e tanta uvetta sultanina, bucce d’arancia candita e cedro di Diamante.

Ma è sulle varianti del panettone tradizionale che Sal De Riso darà il meglio di sé. Il “Nuvola” per esempio, farcito con gocce di cioccolato bianco e glassa al cioccolato bianco e vaniglia è da urlo! Altri esempi allettanti? C’è quello al limoncello con bucce di limone d’Amalfi, una vera sciccheria. Ispira parecchio anche il poetico “Tramonti in concerto” farcito con crema al liquore “Concerto d’erbe” e cioccolato fondente o il “Cilentano” con burro di bufala, fichi bianchi e finocchietto selvatico. Tra le varianti più “cicciose” primeggiano il “Tiramisù al panettone” farcito con crema al mascarpone e caffè e il “CremDeRì” con gocce di cioccolato al latte e un intero vasetto di crema di nocciole di Giffoni CremDeRì.

Tutti questi spettacoli di panettoni hanno un prezzo fisso a 35 € al kg e sono disponibili in pezzature fino a 5 kili. Accattatevillo!

DOVE ACQUISTARE:

NIKO ROMITO

Sono due le varianti di panettone dello chef tristellato Niko Romito: classica o al cioccolato. Entrambe realizzate in serie limitata nel suo laboratorio del pane a Castel di Sangro (AQ).

Pochissimi ingredienti della migliore qualità (farina di grano tenero, tuorli freschi, bacche di vaniglia Bourbon, burro di latteria, miele di sulla, zest di arancia candite di loro produzione e perle di cioccolato o uvetta sultanina) aggiunti a un lievito madre di mosto– che esplode di salute- a rendere il tutto ancora più gustoso, soffice, leggero e soprattutto digeribile, tanto da rischiare di mangiare una fetta dietro l’altra senza rendersene conto!

Il panettone da 1 kg a 55 € è sicuramente un spesa importante, ma almeno per una volta, val la pena farla. Un’alternativa al panettone, per chi non ama la frutta secca, potrebbe essere l’ultima creazione sfornata dallo chef Romito: il Pandolce (32 €) da mangiare in ogni momento dell’anno e della giornata, in purezza o con confetture e creme spalmabili, anch’esse di sua produzione.

SITO DOVE ACQUISTARE:

  • shop online
  • nel nuovo temporary store di Milano in Piazza Risorgimento (fino al 6 Gennaio 2021)

IGINIO MASSARI

Tutti lo cercano, tutti lo vogliono. Solo dopo averlo provato abbiamo finalmente capito perché. Il panettone bresciano firmato Massari ha alle spalle quattro lievitazioni a tempo e temperatura controllati e due impasti, per un totale di 62 ore. Racchiuso da una croccante glassa di mandorle, zucchero e cacao, l’interno è di una morbidezza tale da poterci atterrare su, e una perfetta alveolatura, cavernosa quanto basta per addentrarvisi! Il profumo agrumato dei canditi e dell’uva passa, le uova, il burro e i baccelli di vaniglia inebriano; l’equilibrio di gusti e consistenze conquistano.

L’unica variante ammessa è il panettone al cioccolato, per il resto il maestro Iginio rimane fedelissimo alla tradizione. E come dargli torto. Prezzo al kg 40 €, disponibile in pezzature fino a 5 kg per i più insaziabili!

DOVE ACQUISTARE:

RENATO BOSCO

Renato Bosco, anima di una delle migliori pizzerie d’Italia (Saporè) di cui vi abbiamo già parlato qui, sa il fatto suo anche in materia di dolci lievitati. A tradizione e cultura, aggiunge innovazione e ricerca. E’ per questo che, provando il suo panettone lo abbiamo trovato semplicemente perfetto! La pasta madre viva gli conferisce una morbidezza assoluta; il miele d’acacia, la vaniglia del Madagascar, la pasta di scorzone d’arancio e l’uva sultana 6 corone lo rendono profumatissimo. Non vi basta?

Ci sono le tre varianti con grue di cacao e albicocche; amarene e cioccolato o cioccolato bianco e caffè. Per i più incontentabili Bosco ha pensato a degli abbinamenti originali come mele uvetta e pinoli oppure uvetta e recioto (vino rosso passito dolce). Prezzo per 1 kg 32 €.

DOVE ACQUISTARE: shop online

E voi avete già trovato il vostro panettone preferito? O ci state ancora pensando? Se ne proverete uno grazie ai nostri consigli, fate una storia Instagram e taggateci per farci sapere cosa ne pensate.

Posted in Classifiche, Eccellenze, Il Panettone, Italia, Pasticcerie