Menu Chiudi

La cucina gourmet del DUO RISTORANTE: per un pranzo o una cena speciale a Lecce.

DAL CENTRO DI LECCE AL CENTRO DEL GUSTO

Non vedevamo l’ora di provare il Duo, un ristorante gourmet a pochi passi dalla Villa Comunale di Lecce. E’ gestito dal visionario chef Fabiano Viva e dalla talentuosa sous chef e pastry chef Paola Renni. Le loro ricette sono incredibili, il gusto, la presentazione e la qualità impeccabili. L’amore e la passione che Fabiano e Paola nutrono per il proprio lavoro, per il cibo e per la propria terra, li abbiamo ritrovati nei loro piatti. Ecco cosa abbiamo mangiato!

AMUSE-BOUCHE

La formazione dello chef si è concretizzata principalmente nelle cucine di Enrico Crippa. Per onorare la tradizione crippiana, ci servono le amuse-bouche tutte assieme. Lenticchie fritte, carosello in carpione; bignè con crema di melanzane, pomodorino e basilico; finte olive di tartare di carne e pesce azzurro su olio di clorofilla di cicorie; cannolino salato con crema di burrata; tagliatella di seppia con pesto, senape e pepe rosa su cestino di pasta fillo; mini hamburger di vitellino podolico; gel di campari e zeste di limone. Una presentazione di tecniche e ingredienti che fa presagire grandi emozioni!

PORTATE PRINCIPALI

E’ il momento delle 4 portate che abbiamo scelto. La prima è la perla, una sfera ripiena di tartare di ricciola condita con mela verde, pepe di Sichuan, lime e nero di seppia. Fresco delicato e avvolgente. Che dire, un piatto davvero ben riuscito!

A seguire, i gamberi fritti solo a metà, gamberi fritti solo dal lato superiore (in questo modo l’intero gambero è edibile, anche il carapace) con salsa agli agrumi e germogli di coriandolo. Un finger food sfizioso da mangiare in un boccone.

E qui arriva il momento clou. Un risotto alla capasanta, realizzato con carnaroli super fino al burro acido, circondato dal corallo di capasanta in crema e sovrastato dalla sua tartare. Lo assaporiamo lentamente, cucchiaiata dopo cucchiata, sperando non finisca mai.

DESSERT

Impossibile concludere un percorso gastronomico senza, sarebbe come guardare un film a metà. Il cavallo di battaglia, il “mare mio non ti conosco” è una mousse di limone su cui è adagiato un disco di meringa all’acciuga e capperi. Un’armonia perfetta tra sapidità, acidità e dolcezza.

Il secondo dolce è “una bavarese…in Puglia“, bavarese al cioccolato bianco olive nere celline e petali di cialda di ciliegia. Bella e delicata. Complimenti Paola, con questo dessert ci hai fatto seognare!

“GOURMET DEL TERRITORIO”

La proposte del Duo Ristorante coniugano sapientemente mare e terra. Nei loro piatti abbiamo trovato l’eleganza e la ricerca di una cucina che non vuole essere “tipica” intesa come folkloristica, bensì “del territorio”, realizzata cioè con prodotti rigorosamente stagionali e autoctoni a cui vengono aggiunte artigianalità, sperimentazione e creatività.

VINI

La sommelier Elisa è preparata ed ha selezionato un ventaglio di vini interessanti, tanto che è non è semplice sceglierne uno. Perciò vi consigliamo di lasciarvi guidare in una degustazione di vini al calice pensati su misura per ogni singola pietanza. Noi siamo partiti da una bollicina, il D’Araprì Pas Dosè, un elegante spumante secco, abbiamo proseguito con uno Zillinger Revolution, bianco austriaco dal colore paglierino affinato in anfora, dalle note resinose e di mela gialla e concluso con il Vignoble du Rêveur, un rosato alsaziano dal profumo simile al passito ma dal sapore equilibrato e minerale, che ci ha rinfrescato il palato dopo il corposo e succulento risotto.

LOCATION E SERVIZIO

I pochi tavoli (piacevolmente rotondi), l’arredamento minimal-chic e i colori tenui rendono l’ambiente rilassante e raffinato. Il personale di sala è accogliente, gentile e in grado di illustrare e consigliare al meglio i piatti.

PREZZI

Il Duo Ristornate ha una fascia di prezzo medio-alta, ben giustificata sotto ogni punto di vista; i prezzi oscillano tra i 45 € a testa per 3 portate a scelta e i 100€ per il menù “sospensione” da 9 portate, escluse bevande. Un posto da tenere presente per un’occasione speciale o una cena romantica ma da non perdere di vista in ogni caso, perché ha molto da offrire e da raccontare.

La nostra voglia di pranzo “memorabile” è stata ampiamente soddisfatta. Questo posto ci ha talmente stregati da farci dire a gran voce: CI TORNEREMO!


Eravate già stati in questo ristorante speciale? Se lo proverete fatecelo sapere taggandoci su Instagram e scrivendoci cosa ne pensate!

Posted in Italia, Ristoranti, Salento