Menu Chiudi

LEMÌ Cozze e Gin. Favoloso bistrot di pesce a Tricase

Da Lemì Cozze e Gin, dove torniamo spesso, abbiamo provato tante delle loro proposte. In questo articolo vi raccontiamo com’è questo ristorantino del centro storico di Tricase.

IMMERSO NELLA STORIA

Il bistrot, situato a due passi dal Castello, è stato ricavato all’interno di quelle che un tempo erano le stalle di un palazzo signorile e lo stile degli arredamenti ha lasciato vivo il senso di antichità che gli è proprio.

Nella bella stagione è possibile cenare all’esterno, sotto la calda luce dei lampioni, tra la meravigliose facciate di quelli che un tempo erano i palazzi Pisanelli e la chiesetta di Santa Maria del Tempio.

i tavoli all’esterno

LA CUCINA DI IPPAZIO TURCO

Quella di Ippazio Turco è una cucina semplice, ma nella migliore accezione possibile del termine. Lo chef parte da ingredienti stagionali e pescato locale del giorno per creare vere e proprie opere d’arte culinarie. Quando qualcosa si esaurisce, viene depennato dalla lavagna.

IL MENU DI LEMÌ

Le proposte, infatti, vengono scritte a mano su una lavagna che arriva direttamente al tavolo. Il menù non ha la classica suddivisione (antipasti/primi/secondi) ma è una semplice lista. Il cliente può così decidere liberamente l’ordine d’arrivo delle portate. Difficilmente troverete primi piatti di pasta, ma non ne sentirete la mancanza.

IL PESCE FROLLATO

Un piatto ricercato e che non ci annoia mai è la tartare di merluzzo dry aged. La frollatura del pesce è una tecnica di conservazione/esaltazione del pesce e in Salento l’abbiamo trovata solo qui. Il pesce così trattato ha un sapore totalmente nuovo per noi: delicato ma prepotente al tempo stesso.

I PIATTI NEL DETTAGLIO

E’ ancora vivo il ricordo dell’irresistibile clubsandwich di mare, una millefoglie di lutrini e sarago alternati con sottilissime fette di pane tostato.

migliori ristoranti pesce salento

Per non parlare del crocchettone di lanzardo (sgombro locale) alla puttanesca, caldo, croccante e soddisfacente,

dello stecco di seppia dalla panatura perfetta e dal sapore esaltante,

e della splendida porzione di seppioline fritte su purè di fave.

Due piatti che abbiamo provato durante una delle nostre ultime visite sono stati l’eccezionale sandwich di sgombro e paparina

e il leggendario riso al nero di seppia, gelato di ricci (composto esclusivamente da ricci di mare) e polvere di cacao amaro. Abbiamo adorato il contrasto tra il caldo riso al nero di seppia e il gelato di ricci! Quest’ultimo aveva una consistenza perfetta, e il suo sapore morbido e naturalmente dolciastro era smorzato dalla nota leggermente amara del cacao.

Questo piatto è una delle creazioni più indimenticabili dello chef, ed è disponibile solo previa prenotazione e in base alla disponibilità dei ricci. E’ il piatto più costoso del menù (attualmente 30€), ma vi assicuriamo li vale fino all’ultimo centesimo.

LIETO FINE

Di solito rinunciamo al dessert e ci concediamo un’altra portata più leggera e rinfrescante “per sgrassare”, ca va sans dire, come le tagliatelle di calamaro

oppure le alici marinate su letto di patate schiacciate e insalata, o come i gamberi rosa puntarelle e menta con vinaigrette di Opuntia. Lasciano in bocca un sapore così pulito e fresco tanto da rivelarsi come un finale perfetto.

I VINI

Da Lemì abbiamo trovato uno dei nostri vini preferiti, consigliato dalla bravissima sommelier Margherita: uno chardonnay della Masseria Masciullo, vino di grande spessore.

RIFLESSIONI SUL PIACERE

Quello che ci ha davvero colpito in tutti questi piatti, è la capacità di Ippazio di esaltare la materia prima, combinando sapori, consistenze e colori (tra tutti i piatti provati da Lemì Cozze e Gin, non abbiamo mai trovato un flop!).

I DISTILLATI

A fine pasto, fermatevi al bancone e concludete l’esperienza con uno shottino di gin. Lo chef ne distilla personalmente alcuni, partendo dal ginepro ed altre erbe aromatiche salentine.

L’AMBIENTE

Piuttosto rustico, tra pareti scrostate e reti da pesca e quadri di pescatori appesi qua e là.

una delle due sale interne

IL SERVIZIO

Accogliente e informale, riesce a mettere chiunque a proprio agio.

IL PREZZO

Circa 40/45 € a testa (vino incluso). Prezzi, a nostro parere, in linea con la qualità del cibo e del servizio.

CI TORNEREMO?

Lo facciamo da un po’, e lo rifaremo quanto prima! Sempre pronti a rivivere i brividi che la sua cucina riesce a donarci.

Conoscevate già il ristorante Lemì cozze e gin? Lo avete già provato? Fatecelo sapere sulla nostra pagina Instagram! E se ci andate ricordatevi di taggarci in una storia!

Posted in Pesce, Puglia, Salento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.